Architettura d'interni: come e quando assumere un architetto

Architettura d'interni: come e quando assumere un architetto

 

Affidati ad un architetto per affrontare ogni fase del progetto della tua casa

Indipendentemente dal fatto che tu debba ristrutturare o ampliare la tua casa, la consulenza di un architetto è auspicabile sebbene non sia obbligatoria. Rivolgersi a questo professionista garantisce che il tuo progetto venga adattato alle tue esigenze, al tuo budget di spesa e al tipo di proprietà. Per la riuscita di una buona architettura d'interni, l'architetto, con i suoi consigli, è lì per aiutarti a realizzare il tuo piano di lavoro qualunque esso sia, a garantirne la qualità e il buon funzionamento, prendendosi cura della sua gestione e ottimizzando i costi.

Chi è e cosa fa un architetto d'interni

Per chi abbia intenzione di trasformare la propria casa in modo semplice ed efficace, i dubbi che possono nascere sono davvero tanti e i suggerimenti dei professionisti del settore aiutano a scoprire le ultime tendenze dell’arredamento, aggiustando con poche azioni mirate situazioni spaziali complicate e consentendo di rinnovare un immobile senza stravolgere l’insieme.

Che siano ad uso professionale, industriale o commerciale, l'architetto d'interni, o interior designer, è formato a progettare e intervenire su tutte le operazioni dell'atto del costruire. La sua figura ripensa gli interni di appartamenti o case, ma anche di uffici, negozi, stand commerciali o musei.

Il committente che si rivolge ad un architetto gli affida la progettazione di un prospetto architettonico di cui questi definisce la migliore disposizione possibile degli spazi interni (dai tramezzi all'illuminazione), la loro composizione, la loro organizzazione e l'espressione del loro volume – così come la scelta dei colori, delle forme, delle linee e dei materiali per integrarli armoniosamente.

Come scegliere l'architetto ideale per la tua casa

L'architetto d'interni è un professionista autorizzato, esercita la sua attività di libero professionista o in qualità di dipendente, firma contratti con artigiani che poi eseguono le sue creazioni. Deve, pertanto, possedere vere qualità di ascolto e analisi, essere sensibile e creativo e deve anche padroneggiare questioni tecniche e avere una buona conoscenza dei materiali e della costruzione.

Un buon architetto, innanzitutto, si informa sulle esigenze e sulle aspettative del suo cliente (individuo o azienda) e sui mezzi finanziari a sua disposizione per avviare il progetto di lavoro. Interviene, così, in tutte le fasi di realizzazione delle opere e permette di valorizzarle. Quindi sviluppa il suo progetto sotto forma di schizzo, piani 3D secondo vincoli di bilancio, tecnici e spesso normativi, e si occupa di perizie e pratiche amministrative.

Una volta che il progetto viene accettato dal cliente, ne diventa il project manager e seleziona le aziende responsabili della realizzazione materiale del progetto, coordinando i lavori affidati ai vari professionisti (muratore, piastrellista, pittore, elettricista, idraulico…).

A meno che tu non sia un grande esperto del fai-da-te, incaricare un interior designer per l'architettura d'interni significa investire con un ritorno immediato e misurabile anche a lungo termine. Un cantiere realizzato con la direzione di tale professionista permette di costruire in sicurezza e aggiunge valore all'immobile. Nota da prendere in considerazione in caso di successiva vendita.